Finale beffa, in A va la L84

Un gol a 46 secondi dalla fine smonta i sogni di promozione diretta ad un Arzignano sconfitto 1 a 0 dalla L84 che per differenza reti vola in serie A. Epilogo amaro di una stagione comunque fin qui superlativa per l’Arzignano di mister Ranieri che ora deve rialzare la testa e pensare alla lotteria dei play off, 41 punti a testa e parità negli scontri diretti coi piemontesi abili a sfruttare il fattore campo del palasport di Brandizzo. La corsa verso la massima serie non è finita ma si allunga e non poco coi biancorossi che torneranno in campo l’8 maggio al PalaTezze per affrontare nella sfida secca il Milano quinto in graduatoria nel primo turno play off del girone A. Chi vince troverà una tra Atletico Nervesa e Città di Massa per l’unico pass che porta alle finali nazionali verso la serie A di giugno. Obiettivo la serie A mai dichiarato dalla società vicentina ma visto quanto fatto da Marcio e soci in tutta la regular season dovranno lottare fino alla fine. A Brandizzo partita dai due volti con la L84 che schiaccia i biancorossi nella propria metà campo ma trova un Pozzi sempre pronto con parate decisive. Nella ripresa dopo la strigliata di Ranieri l’approccio è diverso coi biancorossi che ingranano la marcia giusta e hanno un paio di occasioni super non sfruttate. Nel finale padroni di casa avanti col portiere di movimento e la gioia che esplode per i neroverdi col gol di Turello.
Cronaca. Parte forte la L84 ma Pozzi nei primi minuti vola su ogni angolo per tenere salva la propria porta. Un sussulto biancorosso alla metà dei primi venti minuti ma il tiro di Salamone esce di poco a lato. Stessa sorte pochi minuti dopo capita sul sinistro di Tres che viene respinto in corner dal portiere Siqueira. Nel finale ultimo spunto di fede nero verde col capitano Iovino che sbuca tra le maglie della difesa ma Pozzi è attento e si oppone con mestiere. Ad inizio ripresa ancora sugli scudi Pozzi che dice no a Iovino, mentre dall’altra parte sulla ripartenza Gabriel viene fermato all’ultimo. Pozzi strepitoso su Cerbone all’8′ e graziato poi dal palo che nega a Tambani il colpo del vantaggio. Partita a scacchi con le difese attente che cercano ripartenze veloci senza grandi pericoli. Al 10′ paratona di Siqueira che apre la manona e devia una puntata precisa di Gabriel. Al 12′ Zarantonello recupera un pallone perso sul fondo mette in mezzo per Maltauro che salta tutti e calcia a lato d’un nulla. L’Arzignano ha il pallino del gioco tra i suoi piedi e sfiora il gol anche con Tres al 15′ che a tu per tu con Siqueira si fa ipnotizzare. Mister Barbieri mette il portiere di movimento e dopo una super parata di Pozzi arriva il gol di Turello che in mischia calcia un pallone senza padrone alle spalle di Pozzi. Gol decisivo con finale d’assedio dei biancorossi che sfiorano il pari con Maltauro e si ritrovano con le lacrime agli occhi per un finale triste e la determinazione di puntate tutto sui play off.

L84-ARZIGNANO 1-0
L84: Luberto, Iovino, Cerbone, Edu Dias, Tambani, Pedro Henrique, Podda, Lucas Henrique, Turello, De Lima, Rosano, Ghouati, Miani. All. Barbieri.
ARZIGNANO: Pozzi, Marcio, Tres, Maltauro, Salamone, Fongaro, Molaro, Zarantonello, Tibaldo, Gabriel, Mateus, Concato. All. Ranieri.
ARBITRI: Seminara di Tivoli e Mazzone di Imola.
RETI: st 19’14” Turello (L).
NOTE: ammoniti Ghouati e Miani (L); Marcio, Gabriel e Tres (A).

Leave a Reply