A Pesaro un altro ko con segni di reazione

Ancora una sconfitta per l’Arzignano che torna da Pesaro con quattro gol al passivo dopo una prova comunque positiva contro una squadra che punta alla vittoria dello scudetto. In panchina c’è Nogara alla sua prima in A, Boschetto salta la trasferta per problemi di lavoro. È la serata di Borruto che firma quattro gol e allunga nella classifica cannonieri salendo fino a quota 13. Tris secco nel primo tempo per i marchigiani di mister Colini trascinati dall’argentino campione del mondo che inaugura la serata con un colpo di tacco perfetto che batte Urbani. Borruto firma il bis personale al 16′ finalizzando nel migliore dei modi un contropiede da manuale. Il colpo del ko arriva a pochi secondi dalla sirena che porta al riposa col solito Borruto che si fa trovare pronto in parallela per freddare la difesa biancorossa. Nella ripresa la reazione biancorossa si concretizza verso il settimo minuto quando Amoroso torna a gonfiare la rete di serie A facendosi trovare pronto sull’assist di Paulinho. L’Arzignano ci prova ma ancora Borruto lo punisce per un 4 a 1 severo che comunque fa ben sperare in ottica futura.

PESARO-ARZIGNANO 4-1
PESARO
: Miarelli, Honorio, Borruto, Taborda, Marcelinho, Del Grosso, Guennounna, Tonidandel, Fortini, Salas, Polidori, Mateus, Elenilson, Borrea. All. Colini.
ARZIGNANO: Urbani, Jhonatan, Tres, Salamone, Paulinho, Fongaro, Marcio, Rosa, Amoroso, Zarantonello, Houenou. All. Nogara.
RETI: pt 11’56” e 16’23” e 19’18” Borruto (P). St 6’57” Amoroso (A), 11’35” Borruto (P).
NOTE: ammoniti Salamone (A) e Marcio (A).
ARBITRI: Di Nicola di Pescara e Adilardi di Collegno.

Leave a Reply