Arzignano ecco il primo successo

Prima vittoria e primi tre punti in serie A per l’Arzignano che brinda al successo sulla Lazio dopo una partita combattuta ed equilibrata. Un successo per muovere la classifica e dimostrare di volersela giocare fino in fondo contro squadre più esperte e blasonate, una vittoria che fa morale contro una Lazio che non ha demeritato tutt’altro, avrebbe meritato quanto meno di portarsi a casa un punto. Alla sirena finale il lungo applauso liberatorio coi laziali che escono tra gli applausi sportivi del PalaTezze e i biancorossi che si stringono in un abbraccio virtuale coi tanti tifosi festanti sulle tribune. Tre punti con dedica all’amico Michele Trolese che dall’alto avrà gridato come un pazzo ai gol biancorossi e alla paratone di Urbani migliore in campo del match e autentico fuoriclasse tra i pali. Da oggi però si torna a faticare per preparare la delicata trasferta di sabato in casa del Civitella, scontro tra neo promosse con gli abruzzesi ancora fermi a zero punti e decisi ad iniziare la corsa vincente. Sarà una settimana però intervallata anche dal match di Coppa Divisione che mercoledì vedrà Marcio e soci ospiti del Pordenone nel secondo turno, sfida utile per recuperare Murga non al top della condizione e costretto al riposo sabato contro il team capitolino.
Cronaca. Partita subita effervescente con Del Ferraro che alza il muro di fronte la sua porta e Urbani graziato da un errore di Misael. Un minuto dopo passa avanti l’Arzignano con un contropiede perfetto del duo Salamone-Paulinho col dieci che passa al pivot arrivato in estate che da due passi infila la porta sguarnita per il primo sigillo arzignanese. All’8 Urbani è superlativo e poco dopo ringrazia la traversa colpita da Misael lasciato libero. Al 15 riflessi perfetti di Del Ferraro su Tres e al 16 rosso diretto a Biscossi per fallo di reazione con scalciata inutile a Salamone. Con l’uomo in più l’Arzignano preme sull’acceleratore e in extremis ci pensa bomber Amoroso con un tiro perfetto a pennellare il 2 a 0 che porta al riposo. Nel secondo tempo partenza sprint degli ospiti che accorcia dopo 29 secondi con Gedson lesto in area a mettere in rete. La Lazio attacca ma Urbani risponde sempre presente e al 5 l’Arzignano torna sul più due con una perla di Jhonatan che infila la palla di precisione sotto la traversa dove nessuno può arrivare. I ragazzi di Reali reagiscono subito con Misael e Bizjak, ma il gol lo trovano col solito Gedson che vince sugli sviluppi di una punizione sfrutta una difesa disattenta per riaprire la sfida. Passano pochi secondi e Houenou ristabilisce il più due sul tabellone con una girata rasoterra che si infila sotto le gambe di Del Ferraro che commette l’unico errore della sua ottima partita, primo sigillo casalingo per il numero 21 arzignanese e secondo stagionale. Nei minuti finali Rocha dentro come portiere di movimento e difesa arzignanese schiacciata negli ultimi dieci metri a soffrire con l’autorete di Marcio che riapre nuovamente la sfida al 16 con la palla che gli sbatte fortuitamente sul polpaccio spiazzando l’uscita di Urbani. Finale di passione fino alla sirena che da il la alla prima festa vincente in serie A.

ARZIGNANO-LAZIO 4-3
ARZIGNANO: Urbani, Jhonatan, Marcio, Salamone, Paulinho, Jesus Murga, Rosa, Tres, Amoroso, Zarantonello, Marzotto, Houenou, Gonella, Pozzi. All. Stefani.
LAZIO: Del Ferraro, Gedson, Chilelli, Misael, Scheleski, Biscossi, Rocha, Afilani, Bizjak, Lupi, Ottaviani, Piermarini. All. Reali.
MARCATORI: pt 3’21” Paulinho (A), 17’42” Amoroso (A). St 29” Gedson (L), 5’14” Jhonatan (A), 11’51” Gedson (L), 12’22” Houenou (A), 16’06” Rocha (L).
AMMONITI: Marcio (A), Scheleski (L), Chilelli (L), Rosa (A).
ESPULSI: al 15’56” del p.t. Biscossi (L) per fallo di reazione.
ARBITRI: Michele Bensi (Grosseto), Ciro Oliveiro (Pesaro) CRONO: Stefano Billo (Vicenza).

Leave a Reply